Nulla di nuovo dopo la scomparsa di Elena Ceste, sparita da Costigliole D’Asti, gli abiti ritrovati nella villetta che indossava la mattina un maglione variopinti di lana che è stato ritrovato al contrario, i pantaloni marroni puliti senza nessuna traccia di terra o polvere, le ciabatte color rosso con nessuna traccia di terra, compresa la biancheria intima e gli occhiali ritrovati dietro al cancello.
Il marito l’ultimo a vedere Elena Ceste, che alle ore 8e10 è uscito per accompagnare i figli a scuola, poi rientrato alle ore 8e47 con l’auto bianca, nella villetta di Costigliole D’Asti.

Una vicina di casa dice che alle ore 8e15 vide Elena che indossava una maglietta e un paio di pantaloni. Sono passati ormai quattro mesi ma nulla, gli inquirenti stanno vagliando le testimonianze e hanno sentito il marito per nove ore, infatti si pensa che era a conoscenza delle storie che la moglie ed era in contatto con qualcuno in Facebook, forse con un uomo che incontrava in un supermercato vicino. Infatti gli inquirenti hanno controllato i tabulati telefonici e sembra che da quello del marito siano partite tante telefonate, ma come mai. Inoltre da varie deposizioni Elena Ceste era turbata già dall’ottobre 2013 e ne aveva raccontato i fatti al parroco. Invece il marito disse che aveva saputo tutto il giorno prima della scomparsa. Forse la donna è scomparsa volontariamente, ma la cosa sembra strana non avrebbe mai lasciato i suoi quattro figli.

Categoria

News

Tags:

,

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*