Tutorial per fare il punto croce

La festa delle donne è arrivata, perchè non festeggiarla con una mimosa a punto croce? Renderà luminosa la vostra casa, non sfiorirà e potrebbe diventare un bellissimo regalo, un cuscino, un quadretto, la tasca del nostro anonimo grembiule. La tela aida è molto versatile sta solo alla nostra fantasia rendere speciali i nostri oggetti. Fabiana di Agocurioso ha realizzato questo tutorial in modo che anche chi non ha mai fatto il punto croce possa realizzare la sua mimosa.

Materiale necessario:
– tela aida
– schema di una mimosa
– ago
– una matassina di moulinè gialla e una verde
– un telaio  a seconda della vostra comodità
Procedimento:
Prendete della tela aida (o altro tessuto dove sia possibile contare bene i fili, ad esempio il lino) sufficientemente grande per poter ricamare il disegno scelto (gli schemi si trovano in alcune riviste, libri o anche navigando in rete) e rifornitevi di matassine di mouliné. Le matassine sono a 6 fili, ma a noi ne serviranno probabilmente 2 o 3, quindi separiamoli e infiliamo l’ ago.
L’ ago va posizionato nel retro del lavoro e fatto uscire da uno dei buchini per poi essere infilato nel buco superiore immediatamente a destra da dove siamo usciti (foto A), poi prendiamo l’ ago e lo posizioniamo alla destra del buco da cui l’ abbiamo fatto uscire la prima volta (foto B) facendo attenzione a far finire la coda del filo tra la tela e il filo che torna sul davanti del lavoro (foto C).
Una volta bloccato il filo, potremo andare più spedite nel lavoro (foto D).
Per terminare il punto, torniamo indietro di un quadretto alla volta per far incrociare i fili (foto E).
Per chiudere il lavoro, ci posizioniamo sul retro e passiamo il filo sotto i punti già fatti (foto F).
Ora che abbiamo visto le cose essenziali, possiamo procedere col ricamare a punto croce la nostra mimosa, c’ è chi preferisce farlo tenendo la tela in mano e chi utilizzando il telaio.
Ed ora alcune fasi che mettono in evidenza l’ avanzamento del lavoro (foto G-H-I-L).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*